METODI DI TERAPIA DELL’INFERTILITÀ

Fecondazione in vitro (FIVET)

Nell’arco degli ultimi trenta anni, da quando si conosce questo metodo di inseminazione artificiale, è diventato il trattamento più efficace di riproduzione assistita. Il metodo FIV è destinato alle donne con le tube ostruite o completamente senza tube, con un partner fertile.

Come si svolge il metodo di trattamento di FIVET?

  • 1) fase di stimolazione

    In questa fase del trattamento, attraverso dei farmaci il medico cerca di stimolare la creazione di molti follicoli sulla superficie delle ovaie, da cui è possibile di ottenere più ovociti e aumentare così la probabilità di fecondazione.

    • la donna assume degli ormoni per stimolare le ovaie
    • la stimolazione è monitorata dagli esami del sangue e dall´ecografia
    • circa 9–14 giorni dopo l'inizio della stimolazione, quando i follicoli raggiungono le dimensioni desiderate e circa 36–40 ore prima del pick-up, viene somministrata un'iniezione di hCG alla paziente

    2) recupero degli ovociti (pick up – OPU)

    L´intervento, della durata da 10 a 15 minuti, effettuato in anestesia generale, consiste nell'introduzione di un ago sottile attraverso l´utero, direttamente alle ovaie.

    * Non ogni follicolo contiene un ovocita capace di sviluppo.

    • pochi giorni prima del pick-up bisogna sottoporsi agli esami pre-operatorio
    • il pick-up viene effettuato al mattino
    • dopo l'ammissione alla clinica GENNET, l'anestesista di turno vi spiega i dettagli del pick-up
    • durante l´intervento, il medico sotto controllo ecografico, recupera gli ovociti maturi*
    • dopo l'intervento la paziente riposa per una – due ore in una delle nostre camere
    • prima di lasciare la clinica, l´embriologo vi comunica il risultato del pick-up
    • i giorni seguenti, si assumono i farmaci per sostenere il corpo luteo e per il miglioramento della qualità dell'endometrio
    • dopo il pick-up dal follicolo, gli ovociti sono trasferiti in una soluzione speciale
    • in seguito sono aggiunti gli spermatozoi di motilità e forma normale

    3) Non ogni follicolo contiene un ovocita capace di sviluppo.

    In certi casi, l´aggiustamento dell´endometrio può aumentare la capacità diimpianto e l´embrione trasferito può attecchire meglio. L´intervento richiede pochi minuti e viene effettuato con l´isteroscopio sotto un controllo ottico. La cliente può essere in anestesia generale o no, come preferisce.


    4) Embriotransfer (ET)

    Embriotransfer è una delle parti più importanti di tutto il processo di fecondazione in vitro. Durante l´intervento indolore, il medico trasferisce l'embrione con un catetere sottile per via vaginale nell´utero. È meglio se la vescica della paziente è piena, perché la posizione del catetere viene controllata con l'ecografia. Il corso dell´intervento viene visualizzato sullo schermo in sala operatoria. Il partner può essere presente durante il transfer embrionale.

    Il processo di FIVET dopo la procedura di pick-up è seguente:

    • circa 16 a 18 ore dopo l'OPU, l´embriologo verifica l'ovocita è stato fecondato dallo spermatozoo,
    • l’ovocita fecondato si divide gradualmente in 2, 4, 8 o in più cellule
    • al terzo giorno dopo l'OPU (dal quarto al sesto giorno dopo l'OPU in caso di coltivazione prolungata) gli embrioni fecondati vengono trasferiti
    • durante il transfer viene trasferito uno o più embrioni*
    • dopo il transfer le pazienti riposano al massimo per mezz'ora in una delle camere
    • prima di lasciare la clinica, la paziente riceve i farmaci necessari da assumere nei giorni successivi
    • dopo l´embriotransfer viene raccomandato un congedo per malattia e il riposo
    • gli embrioni rimanenti possono essere crioconservati
    • circa 14 giorni dopo l´embriotransfer viene effettuato un test di gravidanza tramite un esame del sangue o delle urine

    * Nel nostro centro si consiglia di trasferire un embrione solo (single embryo transfer – SET) per ridurre il rischio di gravidanza multipla.