Esame preimpianto

PGD

PGD (diagnosi genetica preimpianto) – test di embrioni mirato all'esclusione di malattie ereditarie in famiglia, nei casi in cui uno o entrambi i partner siano portatori di predisposizione per una certa malattia. Si può trattare di difetti cromosomici e malattie monogeniche (tra quelle più comuni la fibrosi cistica – CF, l’atrofia muscolare spinale – SMA, l'emofilia e la distrofia muscolare). Nel caso di malattie legate al sesso (ad esempio emofilia) può essere effettuata una selezione degli embrioni in base al sesso che non ha alcun rischio di malattie. Altrimenti, la selezione degli embrioni sulla base del sesso non è legalmente possibile. Per ridurre il pericolo di malattie, nell'utero vengono trasferiti solo gli embrioni sani, per minimizzare il rischio di avere un bambino malato o di dover interrompere una gravidanza in corso per un difetto del feto. La PGD può essere usata anche nei casi in cui, per i motivi etici, non si può usare la diagnosi prenatale (ad esempio, per le malattie che si manifestano in età adulta, come la predisposizione congenita al cancro).